SILVER LAKE by ESA HOLOPAINEN – pubblica il video di “Sentiment” con Jonas Renkse e svela i risultati nelle classifiche

Il debutto di SILVER LAKE by ESA HOLOPAINEN è stato pubblicato di recente da Nuclear Blast Tonträger Produktions- und Vertriebs GmbH e non solo contiene i leggendari riff di chitarra di Esa Holopainen degli AMORPHIS, uno dei più importanti chitarristi e compositori metal finlandesi, ma vede la partecipazione anche di sette famosi cantanti rock e metal come Jonas Renkse (Katatonia), Einar Solberg (Leprous), Björn “Speed” Strid (Soilwork), Anneke Van Giersbergen e altri, che vi conducono in un mondo di orecchiabili capolavori progressive metal caratterizzati dalla bellezza e dalla malinconia della Finlandia.

L’album ha registrato un grande successo nelle classifiche di tutto il mondo, tra cui il #1 nella classifica dei dischi fisici in Finlandia, oltre a un fantastico #30 in Germania.

#1 – Finlandia (fisico + classifica ufficiale #2)
#13 – Giappone (rock and metal)
#30 – Germania
#74 – Svizzera
#81 – Regno Unito (Indie)
#92 – Italia (fisico)

Oggi la band svela anche il nuovo video della canzone “Sentiment”, con alla voce Jonas Renkse dei KATATONIA. “‘Sentiment’ è una delle prime canzoni che ho scritto e una delle prime con la voce. Sono stato immediatamente convinto quando ho sentito i demo del cantato di Jonas con il testo che ha scritto. ‘Sentiment’ è una canzone malinconica e influenzata dal folk, sicuramente una delle mie preferite dell’intero album“, commenta Esa Holopainen.

Il debutto omonimo è disponibile come CD Digipak, vari vinili colorati e un CD boxset limitato, contenente il digipak, una cartolina autografata, un plettro di chitarra e una bandiera, oltre che in digitale: https://bfan.link/silver-lake-by-esa-holopainen

TRACKLIST:
01. Silver Lake
02. Sentiment (feat. Jonas Renkse)
03. Storm (feat. Håkan Hemlin)
04. Ray Of Light (feat. Einar Solberg)
05. Alkusointu (feat. Vesa-Matti Loiri)
06. In Her Solitude (feat Tomi Joutsen)
07. Promising Sun (feat. Björn ‘Speed’ Strid)
08. Fading Moon (feat. Anneke Van Giersbergen)
09. Apprentice (feat. Jonas Renkse)

Altro su “SILVER LAKE by ESA HOLOPAINEN”:

Official Music Video “Ray Of Light” https://www.youtube.com/watch?v=deipFVjm2Qk
Official Music Video “Storm”: https://youtu.be/wTQBfqxi4cc
Official Video ‘Alkusointu’: https://youtu.be/71_0evn_3mU
Trailer#1 (“Come tutto è iniziato”): https://youtu.be/kuFbR82Pedc
Trailer #2 (“I musicisti ospiti”): https://youtu.be/lASjSB8kh3A
Trailer #3 (“Le registrazioni”): https://youtu.be/m12KOosblN0
È l’alba della primavera 2020. Una mattina, il cellulare di Esa Holopainen vibra insistentemente e il chitarrista risponde al telefono. Dopo qualche saluto di circostanza, arriva la domanda chiave. “Esa, è il momento giusto per iniziare a lavorare al tuo album solista?”. Questa voce gentile appartiene a Nino Laurenne, rinomato produttore musicale e proprietario dello studio di registrazione Sonic Pump di Helsinki. Esa Holopainen non ci deve pensare troppo a lungo: lo straordinario chitarrista elettrico conosce già la risposta.
Andiamo ora a inizio 2021. Esa Holopainen è seduto su un comodo divano del Sonic Pump. Il suo primo album solista, pubblicato a nome SILVER LAKE, è stato appena masterizzato da Svante Forsbäck (Rammstein, Volbeat, The Rasmus). “Erano anni che pensavo di fare un mio disco e la chiamata di Nino è arrivata al momento giusto”, ricorda Holopainen. “Voglio dire, quando Nino – che ha finito per mixare e produrre l’album – ha aperto questo vaso di Pandora, la pandemia mondiale aveva già distrutto tutti i piani riguardanti il 2020, e io ero assolutamente consapevole del fatto che avevo del tempo libero a disposizione. Quindi non c’è voluto molto tempo per capire che era finalmente arrivato il momento di fare qualcosa per conto mio per la prima volta in tre decenni!”.
Dal 1990, Esa Holopainen è il chitarrista solista degli innovatori dell’heavy metal progressivo AMORPHIS. Grazie alla bellezza metallica e melodica di album classici come “Tales from the Thousand Lakes”“Elegy” e “Skyforger”, le magnifiche capacità di Holopainen di creare atmosfere incantevoli e riff innovativi sono diventate ampiamente note all’interno del circuito heavy metal mondiale. “Negli ultimi anni ho scritto un sacco di musica, e alcune delle cose non suonavano esattamente alla Amorphis. Quando Nino [Laurenne, proprietario dei Sonic Pump Studios] mi ha chiamato alla fine di marzo, avevo già pronte tre canzoni dei SILVER LAKE che suonavano decentemente. Queste tracce, intitolate ‘Sentiment’, ‘Ray of Light’ e ‘Promising Sun’, sono state la spina dorsale per l’intero album solista”. Anche se la realizzazione del disco era già iniziata, alcune decisioni importanti erano ancora in discussione ed Esa decise presto che avrebbe dovuto invitare alcuni amici a cantare nel suo prossimo disco. “All’inizio non sapevo davvero se l’album sarebbe stato puramente strumentale o se ci sarebbero stati anche dei cantanti. Comunque, una cosa era certa, non sarei stato io il cantante di SILVER LAKE”, ride Holopainen. “Molte volte, quando la gente pensa all’album solista di un chitarrista, ha l’impressione di roba tecnica con un’enorme quantità di note suonate estremamente velocemente. Beh, io non sono un grande fan di quel tipo di musica. Ogni volta che scrivo, voglio sempre accumulare canzoni interessanti, e non solo darmi allo shredding per il gusto di farlo”.
Così, in poco tempo, è iniziata l’intensa ricerca dei vocalist giusti. “Ho iniziato a chiedere ad alcuni dei miei amici di vecchia data e alle mie cantanti preferite se fossero disponibili”, dice Holopainen. “Per fortuna non ci è voluto molto per scoprire che artisti superbi come Anneke van Giersbergen (ex The Gathering, VUUR), Björn “Speed” Strid (Soilwork), Einar Solberg (Leprous) e Jonas Renkse (Katatonia) sarebbero stati felici di unirsi al progetto”.
Durante la pandemia e questi tempi ristretti, come è stato lavorare con i cantanti? “Inutile dire che lavoravamo per lo più a distanza dai nostri studi. Tutti i cantanti sono professionisti fino al midollo, quindi non ci sono stati problemi di sorta. Alcuni dei cantanti volevano scrivere i loro testi e le loro linee melodiche, mentre per altri ho scritto più o meno tutto io. Non scrivo testi per gli AMORPHIS, ma è stata un’esperienza molto piacevole trovare delle parole per il mio album. Parlando brevemente dei testi, tratto argomenti che includono seri problemi di salute mentale, per esempio, e ho anche tratto molta ispirazione dalla natura. Poi ci sono anche altri argomenti…”.
SILVER LAKE offrono anche una bella sorpresa per i fan irriducibili degli AMORPHIS. “Come ho detto, volevo lavorare con cantanti che rispetto molto. Tomi Joutsen – il cantante degli Amorphis – è una persona adorabile e un cantante fenomenale, quindi è stato un gioco da ragazzi per me invitarlo nel mio album. Come previsto, Tomi fa un lavoro brillante su una delle canzoni più pesanti del disco, intitolata ‘In Her Solitude’“. Ci sono anche alcuni “jolly” musicali. “Per esempio, il primo singolo dell’album si chiama ‘Storm’ e presenta qua e là delle vibrazioni di chitarra anni Ottanta influenzate dai Dire Straits”, sorride Holopainen.
La performance vocale del rinomato cantante svedese Håkan Hemlin, conosciuto anche come Nordman, è assolutamente ipnotizzante! Parlando di ‘jolly’, l’artista finlandese Vesa-Matti Loiri è forse il più inaspettato di tutti. Agli stranieri il nome di Loiri potrebbe non dire nulla, ma per ogni singolo finlandese Vesa-Matti Loiri è semplicemente una leggenda. ‘Vesku’ esegue una performance di spoken word molto potente sulla canzone ‘Alkusointu’ – che significa ‘allitterazione’ – e la sua voce è semplicemente inquietante!”.
Di “performance più pesanti” e “richiami ai Dire Straits” si è già detto, ma come descriverebbe Esa il materiale dei SILVER LAKE in generale? “Prima di tutto, il disco è molto vario. I Silver Lake non possono essere davvero paragonati agli Amorphis, ma poi di nuovo, c’è la mia impronta sia sul materiale degli AMORPHIS che su quello dei SILVER LAKE… Quindi non sarei sorpreso se alcuni fan sentissero qualche lontana somiglianza qua e là”, riflette Holopainen. “Voglio sottolineare il fatto che quando stavamo lavorando sul materiale dei Silver Lake, non c’erano limiti. Per niente. Come risultato, alcune delle canzoni sono davvero pop e altre sono dannatamente pesanti”.
Il debutto dei SILVER LAKE è ancora all’inizio della sua vita, ma Esa sta già considerando il futuro “Sono estremamente felice del disco dei SILVER LAKE, quindi il secondo album solista è sicuramente un’idea allettante! Tuttavia, non ci sono piani concreti, quindi dobbiamo solo aspettare e vedere…”.
SILVER LAKE by ESA HOLOPAINEN online:
www.facebook.com/SilverLakeEH
www.twitter.com/Silver_Lake_EH
www.instagram.com/Silver_Lake_EH

Be the first to comment

Leave a Reply