FABIO LIONE – il comunicato di Rock Hard Italy

COMUNICATO:
In relazione all’intervista rilasciata da Fabio Lione per gli Eternal Idol sulla webzine Metalitalia.com e in particolare all’ultima domanda/risposta, qua riportata:

Rock Hard Italy vuole precisare quanto segue:
1. Una rivista cartacea ha uno spazio limitato e quindi non ci è possibile pubblicare sempre integralmente le interviste
2. Delle domande pubblicate, il nostro collaboratore Andrea Raffaldini ha deciso in piena autonomia quali possono essere più funzionali all’intervista e più interessanti per i lettori, cercando di evitare i gossip e le polemiche ma privilegiando l’aspetto musicale
3. Non abbiamo nessun amichetto da proteggere e nulla da nascondere, prova ne sia che pubblichiamo adesso sul nostro sito tutte le parti mancanti dell’intervista, con le risposte esattamente come sono state scritte nell’email da Fabio Lione.

1.       Fabio, ancora una volta sei autore dei testi e delle linee vocali di tutto il disco. Qual è stato questa volta il tuo approccio. 

1-Riguardo il sonwriting posso dire che tutto e’ stato fatto in maniera molto naturale ed avendo in mente cosa volevamo ottenere da questo nuovo album, i brani strumentali sono stati scritti e portati avanti da Nick fino a quando nn ci siamo incontrati ed abbiamo ultimato e le composizioni. Ci troviamo molto bene assieme e penso abbiamo fatto un ottimo lavoro, dando vita a canzoni molto diverse tra di loro, con molti elementi ed un lavoro completo. Ascoltando i vari brani ho come sempre cercato di scrivere la giusta melodia vocale, avere le giuste sfumature e “colori” in determinati momenti e’ cosa essenziale se vuoi dar vita ad un brano valido e personale. Confrontandomi poi con Nick abbiamo registrato e quindi deciso di “fissare” tutte le linee principali facendo difatto una sorta di preproduzione al cd (ovviamente pensando anche al fatto che le songs eran pensate e scritte per due differenti singers, uomo e donna) Nel disco precedente il lavoro era stato un po’ diverso, nel senso che alcune songs erano gia’ state scritte completamente da Nick o da me..per quanto riguarda i testi ho cercato di assecondare il mood di ogni brano e scrivere per ogni brano una storia (vedi “Into the darkness” per esempio) o parlare di sensazioni o momenti particolari, Claudia in molti brani ha dato il suo contributo prendendo spunto dalle linee vocali o testi scritti ed arricchendoli ultimando i testi delle varie songs.

2.       Di quali tematiche hai voluto parlare nei nuovi brani?  

2-Come detto in precedenza nn mi sono e nn ci siamo prefissati cose specifiche, in maggioranza ci sono situazioni o sensazioni descritte nelle varie songs ed in alcune tracce una vera e propria micro storia narrata dalle vocals.

3.       Qual è il significato di un titolo come Renaissance? E’ forse una nuova rinascita per la band?  

3-Diciamo che abbiamo un doppio significato..da una parte Renaissance rappresenta sicuramente una sorta di rinascita per la band, con una nuova cantante, un nuovo batterista e nuove prospettive..dall’altra Renaissance “fotografa” per cosi’ dire il periodo che la band sta’ attraversando, un periodo in cui abbiamo molte idee in cantiere, scriviamo in maniera piu’naturale forti di una maggiore consapevolezza dei propri mezzi, una sorta di Rinascimento musicale della band potremmo dire

9.       La title track è anche una lunga suite che conclude il disco: comporre questo tipo di brani complessi non è mai semplice, mi spieghi come è nato e come si  e’ sviluppato?  

9- Avevamo in mente di chiudere il cd con una canzone che racchiudesse l’essenza della proposta musicale della band e riuscire a costruire un brano articolato in diverse parti ,scorrevole e piacevole all’ascolto nonostante i quasi 10 minuti di durata..Il risultato rappresenta sicuramente uno dei migliori brani scritti dalla band ed e’ anche per questo motivo che lo abbiamo scelto come title track, in studio poi e’ stato un vero spasso registrarlo e devo dire che mai come questa volta i giorni in studio sono stati divertenti e rilassati.

10.   Negli ultimi anni sei stato molto attivo con Angra, poi insieme ai Turilli/Lione Rhapsody, inoltre hai lasciato i Vision Divine, poi un album con Alessandro Conti ed ora il ritorno degli Eternal Idol. Oggi quali sono le priorità di Fabio Lione? Artisticamente partecipare a un gran numero di dischi quanto ti ha fatto crescere artisticamente?   

10- Sicuramente collaborare con diverse bands o musicisti puo’ solo arricchire il tuo bagaglio musicale e la tua esperienza… Qui permettimi di aprire una parentesi e chiarire alcune cose, viste le ripetute voci e dichiarazioni di terzi. Con Angra abbiamo fatto molti shows e dato vita a 2 ottimi lavori in studio negli ultimi anni, al momento stiamo valutando diverse nuove cose e scrivendo materiale per un nuovo lavoro in studio. Mi e’ dispiaciuto molto lasciare i Vision Divine ma dopo molti anni di inattivita’ (vorrei ricordare che il mio ultimo cd con loro risale al 2012 per Ear Music, stessa etichetta appunto di Angra) ero veramente stanco nel vedere che tutti sembravano avere altre priorità e scarso interesse nella crescita effettiva della band. Provai anche a metterli in contatto con dei miei collaboratori ma chiaramente non c’era volontà di lavorare seriamente o comunque altre priorita’ da parte di alcuni. (Vorrei anche precisare che i miei impegni con Angra o altro non hanno MAI influito, come insinuato da alcuni, sulle attivita’ della band. Quando fui costretto a lasciare la band la prima volta ad inizio 2004 fu proprio per evitare questo tipo di cose e assolutamente nn danneggiare in nessun modo la band ed il suo cammino). Per fare un esempio, ricordo che mi recai in studio col tastierista il 3 gennaio 2018 e registrai 6 linee vocali/bozze che avevo  in mente per potenziali nuovi brani.  Il giorno dopo andai in tour in Sud America… Concluso un’altro tour in Europa, al mio rientro, il 28 aprile, domandando se c’erano news mi resi conto che nessuno aveva neanche toccato le mie bozze e questo dopo quasi 7 anni di inerzia o quasi! Aggiungiamo vari atteggiamenti di alcuni membri della band e loro cerchia stretta che evito di commentare… Beh, capisci bene la scelta che ho dovuto fare. l cd con Conti e’ stata veramente una bella esperienza e ci siamo trovati molto bene a lavorare con Simone Mularoni devo dire. All’epoca mi era stato proposto di fare un cd con altri nomi ma io stesso ho suggerito il nome di Alessandro all’etichetta per due motivi: 1)Primo perche’ ho pensato che potesse essere una bella cosa per i fans dei Rhapsody e dimostrare che siamo tutti in buoni rapporti a dispetto delle solite malelingue (ho presentato io Alessandro a Turilli onde evitare che quest’ultimo ingaggiasse dinuovo un cantante tedesco come per i suoi 2 cd solisti) 2) Secondo perche’ ero cosciente del fatto che Luca voleva portare a termine il suo progetto Luca Turilli’s Rhapsody e quindi a maggior ragione perche’ non fare un buon cd con Alessandro anziche’ un’altro cantante che non avrebbe nessun tipo di connessione col sottoscritto!? Con Eternal Idol siamo assolutamente soddisfatti del nuovo lavoro e corso e ringraziamo Frontiers per averci dato l’opportunita’ di crescere ancora e credere in noi, stiamo ricevendo ottimi responsi e la cosa nn puo che farci piacere. Per quanto riguarda i Turilli/Lione Rhapsody devo dire che inaspettatatamente il lavoro fatto è risultato, a mio avviso, uno dei nostri migliori lavori di sempre!!! Dopo il tour di Reunion non pensavamo di continuare ma ci hanno convinto a far qualcosa di nuovo assieme e Zero Gravity rappresenta veramente qualcosa che abbiamo vissuto ed un traguardo raggiunto per noi. Al momento la mia priorita’ rimane sempre la stessa, fare buona musica, seguire questa mia passione e portare avanti le situazioni e bands che amo, costruendo possibilita’ e creando opportunita’ per il,futuro.

Be the first to comment

Leave a Reply